Ornella Vanoni, debutta a Firenze la nuova tournée 2022

COMUNICATO STAMPA

Annunci

Un’imperdibile tournée, di teatro in teatro, tra musica e parole. Debutterà giovedì 10 novembre al Tuscany Hall di Firenze il nuovo spettacolo di Ornella Vanoni, “Le Donne e la Musica”. Un ritorno atteso per l’artista milanese, che sceglie di raccontarsi, accompagnata da un quintetto di sole donne, eccellenze della musica per cui ha sempre avuto intuizione e un’attenzione speciale.
Inizio ore 21. I biglietti – posti numerati da 36,80 a 69 euro – sono disponibili da oggi sul sito www.bitconcerti.it, su www.ticketone.it (tel. 892.101) e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita – tel. 055.210804).  

Musica e parole, con i brani che hanno reso celebre Ornella Vanoni, qualche sorpresa e il racconto di un’artista che ha scritto le pagine più importanti della storia della musica italiana e internazionale. Sul palco con lei ci saranno Sade Mangiaracina al pianoforte (che cura anche gli arrangiamenti), Eleonora Strino alla chitarra, Federica Michisanti al contrabbasso, Laura Klain alla batteria e Leila Shirvani al violoncello.

Una scelta non casuale che conferma l’eleganza e la raffinatezza di un’artista dallo stile inconfondibile che ha sempre privilegiato l’emozione, grazie a un’intensità interpretativa unica che l’ha resa famosa in tutto il mondo.

Mi ha aiutato Paolo Fresu, un uomo e un musicista fantastico del quale sono innamorata da sempre, che credo di aver scoperto prima ancora che il mondo della musica si accorgesse di lui. Io volevo Chet Baker; avevo fatto un disco in America con i più grandi avendo potuto collaborare con George Benson, Herbie Hancock, Bill Evans. Mi mancava Chet. Quando ho sentito la tromba di Paolo, mi ha preso il cuore. Queste musiciste – aggiunge Ornella – sono davvero eccezionali e il fatto che siano donne è un valore aggiunto. Sarà bellissimo essere sul palco insieme”.

Annunci

Ornella Vanoni torna in teatro, dove ha affrontato la timidezza, frequentando la scuola del Piccolo con il grande Strehler.

“Ho studiato a Parigi, Londra e quando sono arrivata a Milano, ero timidissima e non sapevo dove andare; ho scelto la scuola del Piccolo per superare il mio imbarazzo. Io ero una cosa da inventare e Strehler mi ha inventata come donna e come attrice: ero come un Pinocchio. Il rapporto col pubblico è una cosa meravigliosa, una passione che io ho ancora e della quale non posso fare a meno. Ho superato la mia timidezza, per questa grande passione. In questa nuova tournée, mi racconterò dialogando con il pubblico e questo è Teatro”.

Dopo Firenze, Ornella Vanoni sarà in scena a Bologna, Torino, Genova, Padova, Roma, Brescia e Milano. La tournée è prodotta dalla Color Sound Srl.

Ornella Vanoni, 112 lavori tra album, LP e raccolte, 55 milioni di dischi venduti, 8 partecipazioni al festival di Sanremo e collaborazioni con i più grandi, ha pubblicato il suo cinquantesimo album in studio Unica, prodotto dal grande Mauro Pagani nel gennaio 2021. Una raccolta di undici tracce che si apre con un brano strumentale dello stesso Pagani, con gli arrangiamenti e stesura di buona parte dei brani di Fabio Ilacqua. Un album con importanti collaborazioni, quali Un sorriso dietro il pianto, scritto da Francesco Gabbani e Pacifico, poi Carmen Consoli, Giuliano Sangiorgi, Renato Zero che ha scritto per lei Ornella si nasce e l’ironica Tu me con Virginia Raffaele.


Il 2022 incornicia la lunga e brillante carriera di Ornella con Il Premio speciale Tenco, la prima a riceverlo. Questa la motivazione:
“Straordinario esempio di interprete e autrice di una canzone sempre intelligente e ai vertici della qualità artistica, fin dagli esordi ha fornito suggestioni musicali spesso inedite e ha continuato a farlo in tutta la carriera. Con un inconfondibile stile che privilegia l’emozione, ci ha presentato le canzoni della mala, le composizioni dei cantautori genovesi e milanesi, la grande canzone poetica brasiliana andando anche a scoprire nuovi talenti compositivi nelle giovani leve italiane”.
Il nuovo spot ideato e realizzato dalla Rai per promuovere la 79ma Mostra Internazionale d’arte cinematografica di Venezia 2022, “Il Cinema è senza fine”, ha scelto Senza Fine come colonna sonora, ennesimo sigillo ad una carriera davvero “senza fine”.

Annunci



Info
Tuscany Hall – via Fabrizio De André / Lungarno Aldo Moro – Firenze
Info tel. 055.667566 – 055.6504112 – www.bitconcerti.it – info@colorsound.com

Biglietti posti numerati
Primo settore 69 euro
Secondo settore 51,75 euro
Terzo settore 40,25 euro
Quarto settore 36,80 euro

Prevendite
Bitconcerti www.bitconcerti.it – www.tridentmusic.it
Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)
Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

Sconti e riduzioni
I bambini sotto 5 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.

Portatori di handicap
Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore, a cui concesso ingresso gratuito. I biglietti sono reperibili esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 055/667566. Si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.

Annunci

Martina, in rete il singolo “Luna Piena RMX” feat. Clementino

Annunci

Dopo la pubblicazione a luglio del singolo “Luna Piena” MARTINA torna con “Luna Piena RMX
Dal 23 settembre il brano, realizzato in featuring con il compagno CLEMENTINO, è in rotazione radiofonica.

Martina Difonte, attrice di cinema e teatro con collaborazioni nazionali e internazionali, artista non nuova al circuito musicale grazie alla vittoria nel 2018 ad Area Sanremo, del Premio Mia Martini e per aver pubblicato i singoli “Di te” (2016), “Tu che ne sai” (dicembre 2021) e “Giù da me” (agosto 2021); pubblica “Luna Piena RMX” feat. CLEMENTINO
La cantante pugliese, compagna del rapper napoletano, rilancia il suo ultimo brano grazie al remix realizzato da Clementino che ha deciso di rimodellare il sound urban-pop di Martina rivestendolo di suoni più incalzanti con cassa dritta sulla quale il flow e le rime del rapper nazionale dano nuova vita al brano.

Luna Piena RMX è pubblicato e distribuito dalla label FUMO (TheRivati, LDO, Achex, Endly).

Social net
Instagram – Facebook – TikTok

(foto di Daniele Cucaro)
Annunci

Biografia:
Martina Difonte nasce in Puglia e sin da bambina si mostra interessata al canto. Crescendo inizia a studiare con diversi maestri del settore come Mario Rosini, Roberta Faccani, Fabrizio Palma, Maria Grazia Fontana. Il suo genere è il pop, ma spazia anche nel rock e nel gospel. Tra i suoi brani ricordiamo: “Di te”, “Tu che ne sai”, “Giù da me”. In teatro ha preso parte ad alcune importanti produzioni come “Il berretto a sonagli” di Luigi Pirandello con Gianfranco Jannuzzo, “Parlami d’amore Mariù” con Paolo Conticini e Rocio Morales diretti da Francesco Bellomo, “Fiori d’acciaio” con Tosca D’Aquino, Rocio Morales per la regia di Michela Andreozzi.
Per il cinema ricordiamo “Tommaso” con Willem Dafoe, regia Abel Ferrara, “La guerra del Salento” (coprotagonista) con Marco Leonardi, Pino Ammendola, per la regia di Marco Pollini.
“Non tutto è perduto” (coprotagonista) regia Francesco Bellomo con Brenno Placido, Gioele Dix, Paolo Calissano, Maurizio Micheli che uscirà nelle sale il prossimo autunno.

Annunci

Per la prima volta in Italia un viaggio magico attraverso le colonne sonore di John Williams

Al via dal Teatro Verdi di Firenze il tour italiano dedicato
alle musiche di Star Wars, Harry Potter, Schindler’s List…


MATTHIAS G. KENDLIGER E LA SUA
ORCHESTRA DI 70 ELEMENTI

presentano

THE VERY BEST OF JOHN WILLIAMS
Sabato 15 ottobre 2022 – ore 20,45
Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Da “Star Wars” a “Harry Potter”, da “Schindler’s List” a “Indiana Jones”, da “Superman” a “Jurassic Park”: un viaggio musicale nel mito di John Williams. Il miglior repertorio del genio della musica da film approderà per la prima volta in Italia con un’orchestra di 70 elementi, la K&K Philharmonic, diretta da Matthias G. Kendliger.
Un tour attesissimo che prenderà il via sabato 15 ottobre dal Teatro Verdi di Firenze. Inizio ore 20,45. I biglietti (posti numerati da 34,50 a 69 euro) sono disponibili da oggi sul sito www.bitconcerti.it, su www.ticketone.it (tel. 892.101), e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804).

Vincitore di 5 Premi Oscar, 4 Golden Globe e 24 Grammy Award – e con oltre 100 nomination – John Williams ha lavorato a fianco dei maggiori registi, da Steven Spielberg a George Lucas, ed è considerato il compositore di musica da film di maggior successo di sempre.
Matthias G. Kendliger e la K&K Philharmonic condurranno gli spettatori nell’affascinante mondo di Williams. Un concerto emozionante e potente, attraverso lo spazio alla velocità della luce, nelle profondità del mare e nella magia della musica.
Fondata da Kendlinger nel 2002 la K&K Philarmonic ha suonato nelle principali sale da concerto europee, come il KKL Luzern, il Musikverein a Vienna e l’Elbphilharmonie Hamburg, nonché a Berlino, Copenaghen, Oslo e Stoccolma; è stata nominata la migliore orchestra itinerante d’Europa, con un percorso in musica di oltre 100 concerti all’anno che ha già toccato 19 Paesi, più di 130 Città e che è stata applaudita da oltre due milioni di spettatori.

Prodotto da Daniel Simon e portato in Italia da ZED!, lo spettacolo farà tappa domenica 16 ottobre 2022 Teatro Dal Verme di Milano, lunedì 17 al Teatro Colosseo di Torino, martedì 18 al Gran Teatro Morato di Brescia, mercoledì 19 al Teatro Europauditorium di Bologna, giovedì 20 al Gran Teatro Geox di Padova.

Info tel. 055.667566 – 055.212320 – www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it.

Info concerto
Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze
Info tel. 055.667566 – 055.212320
www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Biglietti (compresi diritti di prevendita)
1° settore 69 euro
2° settore 57,50 euro
3° settore 49,45 euro
4° settore 40,25 euro
5° settore 34,50 euro

Prevendite
Bitconcerti www.bitconcerti.it – www.tridentmusic.it
Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)
Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

Sconti e riduzioni
I bambini sotto 5 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.

Portatori di handicap
Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore gratuito. I biglietti sono reperibili esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 055/667566. Si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.

“Calzini bucati” è il nuovo singolo di Kenai

Nuovo singolo per l’artista napoletano

Annunci

Disponibile da venerdì 30 settembre 2022 per Disordine Dischi e in distribuzione Believe “Calzini Bucati”, il nuovo singolo di Kenai, moniker di Salvatore Sellitti. Si tratta del primo brano scritto a quattro mani dallo stesso Kenai, classe 2003, e il produttore e autore Paci Ciotola: si è creata l’atmosfera ideale per un pezzo indie-pop. Il brano racconta di una storia d’amore dalla quale Kenai è stato travolto e stravolto, soprattutto a seguito della fine della relazione avvenuta d’estate. Il testo racconta per metafore tutte le sensazioni, spesso contrastanti, che si provano dopo una brusca rottura, quali possono essere la rabbia o la gelosia, ma anche nostalgia e rimpianto accompagnate però sempre dall’amore. La canzone tocca anche tematiche delicate come i DCA, raccontando attraverso numerosi richiami testuali, l’attaccamento al cibo del ragazzo, il quale sembra avere tra i suoi pensieri soltanto la “bambola Mariachi” ed il frigo da svuotare.

Questo brano rappresenta per Kenai un punto di arrivo per quanto riguarda le sue consapevolezze ed i DCA, e vuole rappresentare altresì un punto di partenza per coloro che non vedono la luce alla fine del tunnel affinché possano trovare il coraggio di cambiare se stessi e le persone circostanti.


Annunci

BIO:

Kenai è il nome d’arte di Salvatore Sellitti, napoletano classe ‘03.

Sin dall’infanzia Kenai si avvicina alla musica, dapprima ascoltando disco music e dance music degli anni ‘70-’80, e poi anche intraprendendo lo studio di strumenti musicali come chitarra, pianoforte e basso. Cresciuto con un’amplissima cultura musicale costituita non solo dalla musica del III millennio, ma anche dai generi blues, jazz, disco e dance, il semplice ascoltare musica inizia a stargli stretto, e si ritrova dunque a scrivere i suoi primi brani all’età di quattordici anni. I brani, realizzati inizialmente con il solo accompagnamento della chitarra, si arricchiscono di altri strumenti quando, durante mesi del lockdown del 2020, l’allora diciassettenne Salvatore, scopre il mondo della produzione musicale, che aumenta notevolmente le possibilità comunicative del ragazzo. Ben presto Kenai si rende conto che il modo che sente più proprio di comunicare è senz’altro quello di comporre musica e scrivere testi, ed insieme al bisogno comunicativo, aumenta anche il desiderio di dedicarsi alla musica a tempo pieno, che però non troverà alcuno sfogo almeno per i successivi due anni. Infatti è dal gennaio 2022 che Kenai ha trovato come punto di riferimento in ambito umano e musicale Paci Ciotola, che lo ha indirizzato verso un modo vero, sincero ed efficace di comunicare attraverso testi e musica, intraprendendo un percorso artistico destinato a regalare con il tempo, l’amore e la dedizione molte sorprese. 

Annunci

Buon compleanno Nick Cave

Annunci

Nick Cave compie oggi 65 anni. Il poliedrico artista australiano,  all’anagrafe Nicholas Edward Cave, è infatti nato a Warracknabeal, villaggio nello stato sud-occidentale del Victoria, il 22 settembre del 1956. Non basterebbero 100 pagine per descrivere non solo la carriera musicale ma la vita incredibile di quest’uomo che durante i suoi concerti è in grado di originare delle vere e proprie cerimonie mistiche, fatte non di riti religiosi ma di impulsi ed emozioni naturalmente umane.

Immagini tratte dal profilo facebook ufficiale di Nick Cave

Annunci

Grateful Dead, al Puccini di Firenze il concerto celebrativo del tour Europe ’72

COMUNICATO STAMPA

DARK STAR ORCHESTRA
Sabato 24 settembre 2022 – ore 20
Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 – Firenze

Annunci



Un gruppo che è leggenda, un tour entrato nella storia, un concerto che 50 anni dopo ne ripropone musiche e atmosfere. L’Europe ’72 Tour dei Grateful Dead rivive nello spettacolo della Dark Star Orchestra, sabato 24 settembre al Teatro Puccini di Firenze.

Attenzione, inizio ore 20. I biglietti (35/30 euro) sono disponibili sul sito ufficiale www.teatropuccini.it, su www.ticketone.it e nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/it/punti-vendita tel. 055.210804). Biglietti in prevendita anche alla cassa del Teatro Puccini dalle ore 16 alle 19. Info tel. 055.362067 – www.teatropuccini.it – biglietteria@teatropuccini.it.  

Un appuntamento imperdibile per i fan della band americana, punta di diamante della Summer of Love, icona di quella psichedelia intrisa di reminiscenze folk, country, jazz, bluegrass.

Da 25 anni la Dark Star Orchestra diffonde il verbo dei Grateful Dead. Suoni, scalette e immagini attingono fedelmente ai live originali e più volte la formazione ha ospitato membri originali dei Grateful Dead. L’Europe ’72 50th Anniversary Tour della Dark Star Orchestra si snoda da Londra a Parigi, dalla Germania all’Italia. L’itinerario comprende quattro delle città toccate dallo storico tour, inclusa Parigi, sul palco de L’Olimpia, lo stesso sul quale i Grateful Dead si esibirono il 3 maggio 1972.

Proprio a Parigi i Grateful Dead registrarono parte del triplo album che immortalò “Europe ’72”, tra i maggiori successi discografici della band – oltre 2 milioni di copie – ristampato più e più volte. RollingStone lo ha inserito tra i 50 migliori dischi dal vivo di sempre.

Info spettacolo
Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 – Firenze
Info tel. 055.362067 – 055.667566
www.bitconcerti.it – www.teatropuccini.it

Biglietti (compreso diritto di prevendita)
Platea numerata 35 euro
Galleria numerata 30 euro

Annunci

Dal 23 al 25 settembre torna il Roma Buskers Festival

COMUNICATO STAMPA

Annunci

23 – 24 – 25 settembre 2022
Roma International Buskers Festival
al Porto Turistico di Roma

Ritorna l’imperdibile festival degli artisti di strada alla sua terza edizione

La magia degli spettacoli di strada torna ad animare Ostia dal 23 al 25 settembre per la terza edizione del Roma International Buskers Festival. Il Porto Turistico di Roma (Lungomare Duca degli Abruzzi, 84 – dalle 16.30 alle 23.30) diventerà un enorme palcoscenico che accoglierà artisti internazionali e locali: acrobati, giocolieri, musicisti, professionisti delle discipline dello spettacolo di strada.


L’accesso alla zona sarà gratuito e, come nella grande tradizione dei buskers, con offerta libera “a cappello”.

Come di consueto saranno presenti postazioni dislocate e adibite alle performancedegli artisti che si riverseranno lungo tutta la promenade del Porto per meravigliare e sorprendere il pubblico, ogni anno sempre più numeroso. Qui alcuni degli artisti confermati durante le tre giornate di Festival: Lev Radagan, Danielle De La Wonk, i Circensema (direttamente dal Circen Dolomites Festival), Adriano Bono, Neuforia, Caracca Tamburi Itineranti e tanti altri.

Ogni giorno, inoltre, sarà possibile partecipare a tre straordinari laboratori circensi organizzati dal gruppo di giocolieri Circensema e dalla compagnia Wonky Monkeys.

Tra le novità di quest’anno il gemellaggio con il Festival australiano Buskers by the Lake mentre Rai Radio, Rai Radio Tutta Italiana, Rai Radio Kids saranno media partners del festival.

Annunci

«Una terza edizione spumeggiante, piena di tantissimi nuovi artisti di strada e grandi novità come l’importante partnership con Radio Rai e le sue diverse emittenti per i più piccoli e le famiglie. Ma non solo, in questa edizione il festival si legherà alle Dolomiti e salperà oltreoceano, in Australia. Roma International Buskers Festival è un progetto culturale e di intrattenimento gratuito aperto a tutti, un progetto molto importante per il territorio di Ostia. È per questo che come agenzia di comunicazione siamo felici di investire in modo concreto nella Cultura per tutti e quindi sui giovani», dichiara Andrea Cicini, amministratore unico di Gruppo Matches.

Anche per questa edizione Roma International Buskers Festival riafferma il proprio carattere green e solidale attraverso la collaborazione con l’associazione Ostia Clean-Up che, oltre a tenere laboratori sulla tutela ambientale, con il progetto “Bibliot-eco” incentiverà a ridurre il consumo di plastica aumentando la cultura. Ogni 5 bottiglie, flaconi in plastica o lattine in alluminio consegnate, sarà infatti regalato un libro a scelta tra quelli disponibili.

Il Roma International Buskers Festival, è ideato e organizzato dall’agenzia di comunicazione Gruppo Matches, in collaborazione con il Porto Turistico di Roma, il patrocinio di Regione LazioMunicio X e Siae e altri partners come Chinotto Neri.

Annunci

Sito Ufficialewww.romabuskers.com

IG https://www.instagram.com/romabuskersfestival/

FB https://www.facebook.com/RomaBuskersFestival 

Infoinfo@romabuskers.com

Il ritorno dei Verdena


Annunci

E’ disponibile da oggi “Chaise Longue”, nuovo singolo dei Verdena. Per la storica rock band italiana un brano ricco di sperimentazione, in cui l’impianto classico si fonde con numerose distorsioni ed effetti elettronici. Il brano anticipa l’uscita dell’album di inediti “Volevo magia” che sarà disponibile da venerdì 23 settembre.

Annunci

Immagini tratte dalla pagina facebook ufficiale dei Verdena

Sara Franceschini in concerto all’Auditorium Parco della Musica

COMUNICATO STAMPA

Annunci

Venerdì 7 ottobre alle 21.00, nel Teatro Studio Gianni Borgna dell’Auditorium Parco della Musica, Sara Franceschini presenta Musiche del ritorno (WoW Records/IRD), il suo primo lavoro discografico.

Un concept album di natura teatrale che racconta un ricongiungimento a se stessi attraverso la nostalgia. Un concerto che raccoglie canzoni recuperate, attraverso una ricerca tematica e filologica, da vari mondi musicali e linguistici, dalla canzone d’autore italiana alla musica popolare brasiliana alla canzone napoletana.

Il concerto traduce l’immaginario denso del disco e segna la direzione di questo viaggio in un costante contrasto tra gravità e leggerezza, tra furia e forza vitale.

Le canzoni, accompagnate da intermezzi che fanno da specchio alla struttura narrativa dell’omonimo album, rappresentano i movimenti del ritorno a se stessi, in cui della nostalgia non è importante solo l’origine, ma anche il modo di attraversarla.

Musiche del ritorno la attraversa cantando in prima persona, in una navigazione fisica e interiore.

Sul palco:

Sara Franceschini | voce

Alessandro Gwis | pianoforte

Andrea Colella | contrabbasso

Per acquistare biglietti: https://www.ticketone.it/artist/sara-franceschini/

Annunci

Chi è Sara Franceschini

Cantante, interprete e insegnante di musica. Nel 2015 si diploma nella sezione Canzone di Officina Pasolini. Con il collettivo artistico AdoRiza ha vinto la Targa Tenco 2019 per il miglior album collettivo a progetto per il disco “Viaggio in Italia. Cantando le nostre radici”. È co-fondatrice e responsabile artistica di Insiemi di Scienza, associazione culturale che si occupa di stimolare l’interesse alle discipline STEAM attraverso la simbiosi tra arte e scienza. Con Insiemi di Scienza è tra gli organizzatori di Là Fuori, festival della scienza e dell’arte, al cui interno ha portato in scena nel teatro di Villa Lazzaroni “L’Universo imperfetto: racconti di musica e scienza”, dialogo tra parole e canzoni con l’astrofisica Tullia Sbarrato.

La sua ricerca musicale l’ha portata a costruire un repertorio che mescola la canzone d’autore italiana, la musica popolare brasiliana e la canzone teatrale. Nel 2022 pubblica il disco Musiche del ritorno (WoW Records/IRD).

Facebook: https://www.facebook.com/mivestodirosso

Instagram: https://www.instagram.com/mivestodiro…

YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC6vxLnkwj1-uH6suebqnrBw

Spotify: https://sptfy.com/Lk1K

Intervista ad Emanuele Coggiola

In occasione dell’uscita del nuovo album “Dopo la pioggia” ho incontrato il celebre cantautore fiorentino.


Annunci

1) Buongiorno Emanuele, grazie molte per aver accettato quest’intervista. Il 9 settembre è uscito il tuo nuovo album “Dopo la pioggia”. Quando hai iniziato a lavorare a questo volume?

Le prime idee risalgono a una decina di anni fa. Io e Francesco (Milo, il co-autore di parte dei testi) ci trovammo in una condizione sentimentale simile e per caso buttamo giù qualcosa insieme. Col tempo le idee si sono definite meglio e abbiamo pensato che avremmo potuto raccontare una storia su un unico fil-rouge. Ne uscirono fuori una manciata di canzoni e i primi arrangiamenti, poi tutto si interruppe. Ho ripreso quell’idea nel 2018, l’abbiamo sviluppata e definita nel giro di un paio d’anni. Poi, la produzione del lavoro è cosa recente.

2) “Dopo la pioggia” contiene ben quattordici tracce (una rarità al giorno d’oggi), che appartengono a due momenti ben definiti del percorso narrativo. Prima il buio, il vuoto, la sofferenza. Dopo la luce, le speranza, una nuova tranquillità. Come si è sviluppata l’idea alla base del concept?

Come accennavo prima, quando, con Francesco, abbiamo capito che quello che stavamo buttando giù parlava più o meno della stessa storia, abbiamo deciso di focalizzarci sul concept e abbiamo direzionato all’uopo la narrazione.

3) L’album è nato in collaborazione con lo scrittore Francesco Milo, dando vita ad un interessante esperimento di auto-fiction tratto da esperienze autobiografiche. Ti andrebbe di parlarci della messa a punto di questa chiave narrativa?

Diciamo che via via che scrivevamo le cose si sono come “incastrate” da sole. La chiave narrativa è appunto il concept dell’elaborazione del lutto.

Per esempio, Un Canto al Cielo non è stata scritta nel flusso del lavoro ma è una canzone di un’altro autore, David Iozzi, di cui ho curato la produzione del primo album e di cui il brano in questione era rimasto fuori. Siamo riusciti a metterlo in scaletta perché idealmente (anche se non scritto per quello) si può collocare nel momento in cui il “protagonista” della storia si trova a vivere il rifiuto di sé e degli altri (“si sospendano cure, sognate amenità…”). Una specie di sogno lucido autolesionista. E ci sta alla perfezione!



Annunci

4) Dall’impianto testuale a quello musicale, il disco ti vede alle prese con tanti strumenti e collaboratori, anche per quanto riguarda il cantato. Affiancato a uno stile cantautorale di evidente “gusto” italiano si possono ascoltare elementi sonori che appartengono al folk-rock internazionale. Potresti raccontarci com’è avvenuta la costruzione del sound della raccolta?

All’inizio era partito tutto in chiave elettro-acustica. I brani sono stati scritti sulla chitarra acustica. Al tempo i riferimenti erano artisti come Isbells, il Bon Iver di For Emma, Forever Ago, I primi Arcade Fire. Poi ci siamo fermati e quando ho ripreso tutto le mie influenze musicali erano cambiate. Così è diventato tutto un po’ più rock con influenze più disparate, anche se poi ho cercato di dare a questo lavoro un ventaglio di stile più ampio possibile. Si possono trovare atmosfere molto dark e noise come In Silenzio, altre più rock come Dopo la Pioggia, altre ancora più ballad come Lento respirare o americane come Greetings From The Horizon.

5) C’è un brano in particolare tra i quattordici presenti che vorresti segnalare agli ascoltatori?

È come chiedere qual è il figlio preferito!

Posso dire che “Imprudenti Bisogni” è stata scritta in seguito ad un’esperienza particolarmente intensa. Riascoltarla mi procura sensazioni piuttosto forti, nel bene e nel male.

6) In vista dell’uscita di “Dopo la pioggia” hai in programma un tour di promozione?

Eh, bella domanda. La volontà c’è… Diciamo che per noi “piccoli” non è semplice mettere in piedi la macchina dei live, per tutta una serie di questioni, in primis trovare lacations che ti accettano. Diciamo che comunque ci stiamo lavorando e speriamo di fare un mini-tour l’inverno prossimo.

Annunci

Immagini gentilmente fornite dall’Ufficio Stampa A Buzz Supreme. Un sentito ringraziamento a Leonardo Cianfanelli

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: