COMUNICATO STAMPA – Tosca Morabeza in concerto al Lucca Jazz Donna

Lunedì 5 settembre grande appuntamento nella chiesa di San Francesco

Annunci

Il grande pubblico forse l’ha (ri)scoperta nel 2020 al Festival di Sanremo dove ha portato lo splendido brano “Ho amato tutto”. Sanremo lo ha anche vinto, in duetto con Ron, nel 1996 con “Vorrei incontrarti tra cent’anni”. Artista poliedrica e carismatica, attrice, cantante da sempre affascinata dalle musiche del mondo, tra le voci più belle e versatili del nostro tempo, Tosca Donati sarà in concerto a Lucca lunedì 5 settembre, ospite d’eccezione del Lucca Jazz Donna. Alle 21 in San Francesco, proporrà il suo spettacolo “Morabeza d’estate”, che sta riscuotendo grande successo nei principali festival italiani dopo un tour internazionale che l’ha vista protagonista a Strasburgo, Parigi, Barcellona, Lisbona, arrivando a toccare Dubai, Abu Dhabi, Algeri, Orano.

Oltre a un’impeccabile padronanza tecnica, Tosca ha in sé grandissima eleganza e intensa forza creativa che è ben riassunta in Morabeza d’estate, un progetto intimo e raffinato, contaminato e contemporaneo. La cantante romana interpreterà i brani dell’ultimo album e non solo, spingendosi anche oltre i confini della sua ricerca musicale attraverso pezzi attinti dalla musica francese, brasiliana, portoghese e tunisina, oltre a un passaggio nel repertorio musicale latino che esplora il Centro e il Sud dell’America.

Live dell’omonimo e fortunato disco per cui l’artista nel 2020 ha ottenuto due Targhe Tenco, come miglior interprete e migliore canzone con Ho amato tutto, lo spettacolo è curato da Massimo Venturiello, che lo ha costruito attorno alle parole tratte dal Canto alla durata di Peter Handke.
Sulla scena, ideata da Alessandro Chiti e pensata come un caldo salotto sudamericano, Tosca è affiancata dalla polistrumentista Giovanna Famulari al violoncello, pianoforte e voce, Massimo De Lorenzi alla chitarra, Elisabetta Pasquale al contrabbasso e voce, Luca Scorziello alla batteria e percussioni, Fabia Salvucci alle percussioni e voce. La direzione musicale è di Joe Barbieri.

Il concerto è a ingresso gratuito. Chi vuole, da oggi (16 agosto) può prenotare il proprio posto scrivendo a prenotazioniluccajazz@gmail.com.

Con questo concerto si conclude la diciottesima edizione del Lucca Jazz Donna, il festival che nel tempo ha portato a Lucca alcune delle più grandi interpreti del jazz internazionale, attirando l’attenzione del pubblico e anche degli addetti ai lavori. L’intento del festival è da sempre quello di individuare e valorizzare il talento femminile nell’ambito della musica jazz, quindi nel canto, nella composizione, nell’arrangiamento, nell’uso dei vari strumenti e stili musicali. Il festival è promosso dal Circolo del jazz di Lucca, in collaborazione con Real Collegio e il sostegno di Provincia e Comune di Lucca, Comune di Capannori, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Banca del Monte di Lucca e della Regione Toscana.

Nata a Roma nel 1967, Tosca inizia a cantare nei pianobar, debutta in televisione grazie a Renzo Arbore e partecipa al Festival di Sanremo nel 1992 con Cosa farà Dio di me. Cantante, attrice, eclettica artista con un’innata propensione alla ricerca e alla sperimentazione, la sua poliedricità si esprime in diversi progetti speciali come Romana – Omaggio a Gabriella Ferri, Sto Core Mio – Notturno napoletano per Roberto Murolo, Appunti musicali dal mondo e si ricordano le appassionate interpretazioni negli spettacoli La strada di Fellini, Il borghese gentiluomo di Molière e Il grande dittatore di Chaplin, nonché le sue incursioni nel teatro sociale con I monologhi della vagina, Italiane e Donne come noi.
Negli anni ha collaborato con i più grandi artisti italiani e internazionali, tra cui Ivano Fossati, Nicola Piovani, Ennio Morricone, Chico Buarque, Ivan Lins, Riccardo Cocciante, Lucio Dalla, Renzo Arbore, Renato Zero e Ron.


Vince la prima Targa Tenco nel 1997 come interprete con l’album Incontri e passaggi, nel 2019 per il migliore album a progetto, Viaggio in Italia, con il collettivo Adoriza e nel 2020 con la vittoria di due Targhe Tenco per la miglior canzone singola e come miglior interprete di canzoni per l’album Morabeza entra in un club riservato a pochissimi artisti italiani riusciti a mettere a segno una doppietta in quello che è il premio più tecnico della musica italiana, assegnato da una giuria composta da giornalisti e esperti musicali.
Negli ultimi tre anni ha girato il mondo con il suo spettacolo e la tournée mondiale è stata lo spunto per il documentario Il suono della voce (prodotto da Leave Music e Rai Cinema). Per questa performance ha ricevuto il premio ‘Protagonista dell’anno’ ai Nastri d’Argento Doc 2020.
Da sempre attenta alla formazione, dal 2015 Tosca è coordinatore generale e direttore della sezione canzone dell’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini, laboratorio di alta formazione artistica e Hub Culturale della Regione Lazio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: